Psicologa Sessuologa Clinica, Esperta in Tecniche del Rilassamento ad Alba (CN)

Sessualità: quando può essere utile rivolgersi ad uno specialista?

Alba, Asti e Santo Stefano Belbo

  • Home
  • Articoli
  • Sessualità: quando può essere utile rivolgersi ad uno specialista?
Sessualità: quando può essere utile rivolgersi ad uno specialista?

Sessualità: quando può essere utile rivolgersi ad uno specialista?

Dedicare tempo alla propria SESSUALITA’ significa dedicare tempo al proprio BENESSERE.

La WAS, l’Associazione Mondiale per la Salute Sessuale, fondata nel 1978 con lo scopo di promuovere la salute sessuale e i diritti sessuali nel mondo, sostiene sia fondamentale:

cercare, ricevere e diffondere informazioni in relazione alla sessualità”.

Tutto ciò in correlazione ad un diritto primario che recita:

perseguire una vita sessuale soddisfacente, sicura e piacevole”.

Pertanto il concetto di Salute Sessuale va al di là di quello di assenza di malattia.

Il piacere e la soddisfazione sessuale sono parte integrante del Benessere e richiedono un universale riconoscimento, oltre che la promozione degli stessi attraverso un diffondersi sempre più pregnante di informazioni e conoscenze circa la sfera sessuale.

Spesso il piacere sessuale è stato considerato un peccato o una patologia: infatti in gran parte della storia umana l’amore passionale e il desiderio sessuale sono stati identificati come una minaccia all’ordine sociale, politico e religioso. La stessa scienza medica fino alle seconda metà del XIX sec. ha esercitato notevoli influenze sulle norme sociali riferite alla sessualità. Tuttavia nella storia più recente ha iniziato ad affermarsi una prospettiva più ampia, grazie anche al contributo di recenti studi di psicologia evolutiva che hanno individuato il piacere sessuale come la più basilare delle funzioni umane. Da un punto di vista prettamente scientifico il piacere può essere visto come un importante ed efficace meccanismo di adattamento la cui funzione è assicurare la procreazione e la sopravvivenza della specie.

Il piacere sessuale, compreso l’autoerotismo, infatti è una fonte di benessere fisico, psicologico, intellettuale e spirituale.

La FISS, Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica, nata nel 2000, si occupa proprio di riunire le associazioni, gli enti e le fondazioni nazionali (pubbliche e private) aventi per oggetto la Sessuologia al fine di promuovere la scienza sessuologica e le sue applicazioni professionali.

La Sessuologia è la disciplina che si pone come ambito di intervento la sessualità umana, in modo da individuare e risolvere le problematiche attinenti la sfera sessuale.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità la Salute Sessuale è l’integrazione degli aspetti somatici, emotivi, intellettuali e sociali dell’essere sessuato che consentono la valorizzazione della personalità, della comunicazione e dell’amore.

Pertanto la Sessuologia deve prendere in considerazione tutti quei fattori che influiscono sulla sessualità stessa e citati dall’OMS, con un approccio il più possibile olistico. Medici e psicologi, acquisita specifica formazione in campo sessuologico, adottano un approccio multidisciplinare: trattando di salute sessuale, infatti, appare più che mai evidente la profonda integrazione fra la Mente ed il Corpo, mettendo in risalto come non sia possibile osservare il problema da un’unica prospettiva.

Fatte tali premesse, appare evidente come la sessualità faccia parte inesorabilmente delle nostre vite, in un modo o nell’altro. Perché sessualità non vuol dire solo fare sesso: sessualità significa come ci si sente nel proprio corpo, che camicia o gonna si sceglie di indossare, come ci si pettina, come ci si muove, come si sorride, come ci sentiamo quando incrociamo lo sguardo di qualcun altro, cosa proviamo dinanzi ad un complimento o al fatto che nessuno ce ne faccia uno…insomma un’infinità di cose.

Ecco perché l’affermazione di Jacopo Fo che alla domanda “chi non ha problemi con il sesso?” risponde  “tutti ne hanno” (“Lo zen e l’arte di scopare”, 2008) risulta estremamente e semplicemente vera: almeno una volta nella vita ciascuno di noi si può imbattere in una difficoltà in qualcosa che riguarda la propria sessualità. Questo non significa che tutti decidano o abbiano necessità di rivolgersi ad uno specialista del settore. La nostra capacità di tirare fuori risorse e “riparare” ciò che non funziona, può essere stupefacente. Tuttavia, a volte capita che qualcosa ci blocchi e, proprio in quel momento, il problema che stiamo vivendo inizia a sembrarci sempre più esteso e fuori controllo.

Proprio in tal caso un aiuto esterno potrebbe essere lo strumento che può consentirci di sconfiggere il nostro blocco e riuscire di nuovo a tirare fuori le nostre risorse. Certo, non è facile pensare di chiamare un perfetto sconosciuto e parlargli di cosa ci succede nella nostra più profonda intimità: anche questo richiede risorse e capacità, proprio in un momento in cui pare di non averle…però poi qualcosa scatta e si compone il numero di quello specialista lì…

Non si può sapere prima chi ci si troverà davanti ma di certo si deve pretendere di avere a disposizione un orecchio attento, non giudicante e competente. Quindi, se chiamiamo lo specialista perchè abbiamo un problema con il sesso, non vuol dire che siamo sbagliati ma semplicemente che in noi si è attivata una risorsa che invece che farci risolvere immediatamente il problema, ci fa cercare altre soluzioni…ma sempre di una RISORSA si tratta!!!

Un supporto in campo sessuologico può essere particolarmente indicato in una varietà piuttosto ampia di casi:

  • calo del desiderio
  • percezione o sussistenza di desiderio eccessivo
  • disfunzione erettile
  • scarsa lubrificazione
  • eiaculazione precoce
  • difficoltà a raggiungere l’orgasmo
  • assente o ridotta soddisfazione sessuale
  • problematiche di coppia inerenti la vita sessuale
  • dubbi/confusione circa la propria sessualità o il proprio orientamento sessuale.

La consulenza sessuologica prevede un percorso mirante a cogliere le caratteristiche della difficoltà in atto in modo da individuare insieme alla persona nuovo possibili strategie. Tale percorso può coinvolgere il singolo ma anche la coppia, a seconda della necessità di ognuno.

Sul sito della FISS è possibile reperire l’Albo dei professionisti del settore, suddivisi per regioni e province e i contatti di riferimento.

Quindi ciascuno potrà scegliere in base alle proprie specifiche esigenze.

L’unico imperativo: sentirsi a proprio agio con il professionista che si è scelto! E se purtroppo non va bene al primo tentativo, è fondamentale non “arrendersi”: solo se si riesce a creare un clima positivo con lo specialista, è possibile affrontare apertamente le proprie difficoltà.

Dott.ssa Valentina Francesca Minniti
Psicologa - Sessuologa Alba, Asti e Santo Stefano Belbo

CONTATTI
  • Studio Privato: Corso Europa 100 - ALBA
    Mercoledì dalle 9 alle 20, Venerdì dalle 9 alle 20, Sabato dalle 9 alle 14
  • Poliambulatorio Medico Specialistico SSB: Piazza Costa, 7 - SANTO STEFANO BELBO
    Martedì dalle 9 alle 17

La Dr.ssa è reperibile telefonicamente dal martedì al venerdì dalle 9 alle 20 e il sabato mattina alle 9 alle 14

In caso di mancata risposta, è possibile inviare un SMS con nome e cognome e sarete richiamati il prima possibile


© 2016. «Dott.ssa Valentina Minniti». AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico. ©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dottoressa Valentina Francesca Minniti.
© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.